Azioni asiatiche 2020: rischio, risposta e opportunità

investment viewpoints

Azioni asiatiche 2020: rischio, risposta e opportunità

Asia Equity team -

Asia Equity team

Il 2019 è stato un anno difficile per gli investitori azionari, tormentati da mille timori: dalla recessione negli Stati Uniti all’ulteriore inasprimento della disputa commerciale fra USA e Cina. Nonostante le apprensioni, i mercati azionari hanno però scalato il “muro della paura” e riportato rendimenti decorosi nel corso dell’anno. A sostenere la buona performance sono stati la politica della Federal Reserve statunitense con i suoi tagli ai tassi d’interesse, e il raggiungimento dell’accordo di “fase 1” che ha tolto dalla scena una grande incognita, ossia la possibile escalation delle tensioni fra le due maggiori economie mondiali.

Il 2020 si prospetta un anno tanto tormentato quanto il 2019. All’inizio di gennaio l’acuirsi delle tensioni in Medio Oriente ha già messo a dura prova la fiducia degli investitori. Che oggi si trovano di fronte a un’epidemia virale scoppiata a Wuhan, in Cina. I timori di una pandemia hanno innescato un sell-off sui mercati, con gli investitori impegnati ad anticipare l’impatto del virus.

Le conseguenze del nuovo Coronavirus (2019-nCoV) resteranno sconosciute ancora per qualche tempo, ma stando ai dati storici su epidemie virali di questo tipo, l’impatto sull’economia e sui mercati finanziari è in genere di natura breve e transitoria. Rileviamo inoltre che la risposta delle autorità cinesi è sensibilmente migliorata rispetto alla linea di occultamento e segretezza mantenuta ai tempi della SARS. Più specificamente, la Cina si è posta come priorità principale il contenimento e la risoluzione dell’epidemia, mobilitando le sue ingenti risorse a tal fine.

Le condizioni macroeconomiche sono favorevoli alle azioni asiatiche: le autorità della regione hanno la flessibilità necessaria per sostenere la crescita economica all’occorrenza.

Le condizioni macroeconomiche sono favorevoli alle azioni asiatiche, in quanto le autorità della regione hanno la flessibilità necessaria per sostenere la crescita economica all’occorrenza. Negli ultimi due anni, chi di competenza ha gestito relativamente bene le politiche fiscali e monetarie: prevenendo bruschi rallentamenti economici e utilizzando al contempo le valute locali per ammortizzare gli shock. In un contesto di inflazione contenuta, le autorità hanno margini di manovra per adottare politiche accomodanti nel 2020.

 

Prospettive settoriali

Negli ultimi due anni abbiamo mantenuto un’esposizione di sovrappeso nei titoli finanziari, vista la nostra view differenziata sulla crescita degli utili nel settore. Nel corso del 2019, man mano che la nostra tesi d’investimento dava i suoi frutti e i fattori di sostegno agli utili diminuivano, abbiamo ridotto il sovrappeso. Nel 2020 continuiamo a intravedere opportunità nel settore, con utili ragionevoli a fronte di valutazioni poco impegnative. Crediamo che il trend della dispersione dei rendimenti nel settore sia destinato a persistere, con risultati sempre più solidi per i player più forti a scapito dei concorrenti minori.

Il settore più proficuo del 2019 è stato quello informatico: gli investitori hanno ignorato i deludenti utili annuali in vista di un 2020 più benigno. Nel segmento semiconduttori e chip di memoria siamo moderatamente ottimisti su una possibile ripresa, dato che nel 2020 la diffusione del 5G potrebbe attenuare la debolezza del mercato degli smartphone. Guardiamo però con cautela alla catena di fornitura degli smartphone nel suo insieme, visto che ancora non esistono le nuove app destinate a sfruttare la velocità del nuovo standard. Restiamo positivi sui mercati internet ed e-commerce, favoriti da una crescita strutturale.

Al secondo posto nella classifica dei migliori settori del 2019 troviamo il comparto consumer discretionary, che ha ampiamente sovraperformato quello dei beni di prima necessità. E vista la presenza di produttori cinesi di beni discrezionali con un posizionamento ottimale e favoriti da una pluriennale tendenza verso la “premiumizzazione”, crediamo che il trend sia destinato a proseguire nel 2020. Tra i beni di prima necessità preferiamo le aziende con comprovate capacità di esecuzione ed esposte a opportunità di trading up.

Come nel 2019 esiste una serie di rischi ma anche di opportunità in Asia, la regione in cui si registra la maggior parte della crescita globale. A nostro parere le azioni asiatiche si confermano attraenti grazie alla continua crescita degli utili e a valutazioni poco impegnative.

 

Fare clic qui per scaricare l’intero documento.

 

informazioni importanti.

Il presente documento è stato pubblicato da Lombard Odier Funds (Europe) S.A., una società per azioni di diritto lussemburghese avente sede legale a 291, route d’Arlon, 1150 Lussemburgo, autorizzata e regolamentata dalla CSSF quale Società di gestione ai sensi della direttiva europea 2009/65/CE e successive modifiche e della direttiva europea 2011/61/UE  sui gestori di fondi di investimento alternativi (direttiva AIFM). Scopo della Società di gestione è la creazione, promozione, amministrazione, gestione e il marketing di OICVM lussemburghesi ed esteri, fondi d’investimento alternativi ("AIF") e altri fondi regolamentati, strumenti di investimento collettivo e altri strumenti di investimento, nonché l’offerta di servizi di gestione di portafoglio e consulenza per gli investimenti.
Lombard Odier Investment Managers (“LOIM”) è un marchio commerciale.
Questo documento è fornito esclusivamente a scopo informativo e non costituisce un’offerta o una raccomandazione di acquisto o vendita di titoli o servizi. Il presente documento non è destinato a essere distribuito, pubblicato o utilizzato in qualunque giurisdizione in cui tale distribuzione, pubblicazione o utilizzo fossero illeciti. Il presente documento non contiene raccomandazioni o consigli personalizzati e non intende sostituire un'assistenza professionale in materia di investimenti in prodotti finanziari. Prima di effettuare una transazione qualsiasi, l’investitore dovrebbe valutare attentamente se l’operazione è idonea alla propria situazione personale e, ove necessario, richiedere una consulenza professionale indipendente riguardo ai rischi e a eventuali conseguenze legali, normative, creditizie, fiscali e contabili. Il presente documento è proprietà di LOIM ed è rivolto al destinatario esclusivamente per uso personale. Il presente documento non può essere riprodotto (in tutto o in parte), trasmesso, modificato o utilizzato per altri fini senza la previa autorizzazione scritta di LOIM. Questo documento riporta le opinioni di LOIM alla data di pubblicazione.
Né il presente documento né copie di esso possono essere inviati, portati o distribuiti negli Stati Uniti d’America, nei loro territori e domini o in aree soggette alla loro giurisdizione, oppure a o a favore di US Person. A tale proposito, con l’espressione “US Person” s’intende un soggetto avente cittadinanza, nazionalità o residenza negli Stati Uniti d’America, una società di persone costituita o esistente in uno qualsiasi degli stati, dei territori, o dei domini degli Stati Uniti d’America, o una società di capitali disciplinata dalle leggi degli Stati Uniti o di un qualsiasi loro stato, territorio o dominio, o ogni patrimonio o trust il cui reddito sia soggetto alle imposte federali statunitensi, indipendentemente dal luogo di provenienza.
Fonte dei dati: se non indicato diversamente, i dati sono elaborati da LOIM.
Alcune informazioni sono state ottenute da fonti pubbliche ritenute attendibili, ma in assenza di una verifica indipendente non possiamo garantire la loro correttezza e completezza.
I giudizi e le opinioni qui espresse hanno esclusivamente scopo informativo e non costituiscono una raccomandazione di LOIM a comprare, vendere o conservare un titolo. I giudizi e le opinioni sono validi alla data della presentazione, possono essere soggetti a modifiche e non devono essere intesi come una consulenza di investimento. Non dovrebbero essere intesi come una consulenza di investimento.
Il presente documento non può essere (i) riprodotto, fotocopiato o duplicato, in alcuna forma o maniera, né (ii) distribuito a persone che non siano dipendenti, funzionari, amministratori o agenti autorizzati del destinatario, senza il previo consenso di Lombard Odier Funds (Europe) S.A. ©2020 Lombard Odier IM. Tutti i diritti riservati.