investment viewpoints

    La vostra strategia di decarbonizzazione è a prova di futuro?

    La vostra strategia di decarbonizzazione è a prova di futuro?
    Maxime Perrin - Head of Sustainable Investment

    Maxime Perrin

    Head of Sustainable Investment

    La corsa verso lo zero netto sta accelerando: la vostra strategia di decarbonizzazione è a prova di futuro?

    Raggiungere lo zero netto rappresenta una delle maggiori sfide economiche di tutti i tempi. Per limitare il riscaldamento globale a 1,5° C, le emissioni nette devono diminuire del 50% entro il 2030 ed essere completamente eliminate entro il 2050. Rivoluzionando interi settori e con ripercussioni su tutte le aree dell’economia mondiale, questi obiettivi ci pongono di fronte a una domanda cruciale: un’azienda può essere redditizia mentre l’economia viene decarbonizzata fino a raggiungere lo zero netto? 

    Gli investitori devono agire subito.

     

    Le lacune delle soluzioni esistenti

    Per noi, zero netto significa investire nella transizione, non semplicemente nelle aziende che oggi producono emissioni ridotte. Il nostro approccio va oltre i metodi più diffusi, come le semplici esclusioni, la compensazione delle emissioni di carbonio o la replica di un benchmark climatico.  Questi altri approcci si concentrano sulle impronte di carbonio attuali e non prevedono un’analisi orientata al futuro dei percorsi di decarbonizzazione; non colgono quindi l’opportunità di investire nelle società che operano in settori economici di importanza cruciale, che sono in fase di rapida transizione e hanno predisposto piani di decarbonizzazione credibili.  Escludere queste aziende può aumentare il rischio di concentrazione e non consentire di cogliere le opportunità offerte dalla transizione.

    Ai fini della decarbonizzazione, è indispensabile acquisire un quadro accurato e completo di tutte le emissioni.  Altri approcci offrono agli investitori una scarsa visibilità sulle emissioni in quanto si concentrano solo sulle emissioni dirette di un’azienda (Scope 1), il che si traduce in un’impronta di carbonio fondamentalmente inesatta.  Analizzando le emissioni Scope 1, 2 e 31, puntiamo a determinare in modo più accurato l’impronta di carbonio di una società a tutti i livelli, generando così una migliore valutazione in prospettiva futura dell’impatto climatico effettivo.

     

    Dare priorità alla riduzione delle emissioni nell’economia reale

    Stiamo ripensando lo zero netto perché solo la decarbonizzazione dell’intera economia può consentire un futuro privo di emissioni. Il nostro approccio si distingue dagli altri in quanto investe nella transizione in tutti i settori, ponendosi come priorità la riduzione delle emissioni di carbonio nell’economia reale. Questo consente agli investitori di:

    •    investire nelle aziende che stanno riducendo la loro impronta di carbonio 
    •    accelerare la transizione climatica 
    •    mantenere la diversificazione dei portafogli 
    •    puntare alle opportunità di crescita correlate al clima

     

    Climate Value Impact per identificare i “campioni” e le “vittime” 

    Abbiamo sviluppato un approccio proprietario che analizza l’impatto finanziario del cambiamento climatico e della transizione verso lo zero netto. Questo quadro di riferimento, denominato Climate Value Impact (CVI), consente di valutare sia il grado di preparazione delle aziende in vista della transizione, sia l’impatto finanziario in termini di rischio e rendimento. Tenendo conto dei rischi di transizione, dei rischi di adattamento e dell’evolvere delle emissioni, utilizziamo Climate Value Impact per capire se una società sia destinata a essere campione o vittima della transizione.

     

    Figura 1. Climate Value Impact per un’analisi dell’impatto finanziario della transizione

    Target-NetZero-future-proof_IT.png

    Fonte: analisi LOIM. A soli fini illustrativi.

     

    L’approccio di LOIM alla valutazione del carbonio e all’obiettivo dello zero netto è stato sviluppato in collaborazione con l’Università di Oxford e SystemIQ. Il Portfolio Alignment Team della TCFD ha citato l’approccio di LOIM come una delle sette metodologie più importanti, nonché una delle sole due metodologie sviluppate da asset manager.

     

    Strategie a prova di futuro concepite per accelerare la decarbonizzazione

    Basata su grandi competenze di investimento e sostenibilità, la nostra gamma di soluzioni TargetNetZero punta a decarbonizzare, diversificare e guidare la transizione. Sia nel reddito fisso sia nel settore azionario, adottiamo un approccio riferito all’intera economia, che:

    •    mantiene la diversificazione 
    •    riduce gli orientamenti settoriali
    •    evita l’assunzione di rischi eccessivi2 

     

    Il nostro team di 20 esperti di sostenibilità collabora con i gestori di portafoglio per applicare un’analisi del carbonio scientifica, convalidata da studi accademici e riconosciuta a livello mondiale, che mira a identificare le aziende in grado di contribuire nel lungo termine alla realizzazione di un portafoglio a zero anidride carbonica. Le emissioni dei portafogli delle nostre strategie, al lancio, sono almeno del 30% inferiori all’impronta di carbonio dei rispettivi benchmark; l’obiettivo è una riduzione del 50% entro il 2030 e zero emissioni nette entro il 2050.

    Allineate agli obiettivi climatici e agli interessi degli investitori, le nostre strategie puntano ad attrezzare i portafogli per un futuro a zero emissioni nette.

    Per saperne di più scarica il nostro investment viewpoint cliccando sul pulsante.

     

    Fonti

    Il Greenhouse Gas Protocol definisce le emissioni Scope 1 come emissioni dirette degli impianti e veicoli aziendali; le emissioni Scope 2 come le emissioni indirette associate all’acquisto di elettricità, vapore, riscaldamento e raffreddamento utilizzati nelle attività aziendali; e le emissioni Scope 3 come emissioni indirette risultanti dalla filiera di approvvigionamento di un’azienda.
    Il target di performance/rischio rappresenta un obiettivo della costruzione del portafoglio. Non rappresenta il rapporto performance/rischio passato e non può essere rappresentativo dell'effettivo rapporto performance/rischio futuro.

    Informazioni importanti.

    RISERVATO AGLI INVESTITORI PROFESSIONISTI

    Il presente documento è stato pubblicato da Lombard Odier Funds (Europe) S.A., una società per azioni di diritto lussemburghese avente sede legale a 291, route d’Arlon, 1150 Lussemburgo, autorizzata e regolamentata dalla CSSF quale Società di gestione ai sensi della direttiva europea 2009/65/CE e successive modifiche e della direttiva europea 2011/61/UE  sui gestori di fondi di investimento alternativi (direttiva AIFM). Scopo della Società di gestione è la creazione, promozione, amministrazione, gestione e il marketing di OICVM lussemburghesi ed esteri, fondi d’investimento alternativi ("AIF") e altri fondi regolamentati, strumenti di investimento collettivo e altri strumenti di investimento, nonché l’offerta di servizi di gestione di portafoglio e consulenza per gli investimenti.
    Lombard Odier Investment Managers (“LOIM”) è un marchio commerciale.
    Questo documento è fornito esclusivamente a scopo informativo e non costituisce un’offerta o una raccomandazione di acquisto o vendita di titoli o servizi. Il presente documento non è destinato a essere distribuito, pubblicato o utilizzato in qualunque giurisdizione in cui tale distribuzione, pubblicazione o utilizzo fossero illeciti. Il presente documento non contiene raccomandazioni o consigli personalizzati e non intende sostituire un'assistenza professionale in materia di investimenti in prodotti finanziari. Prima di effettuare una transazione qualsiasi, l’investitore dovrebbe valutare attentamente se l’operazione è idonea alla propria situazione personale e, ove necessario, richiedere una consulenza professionale indipendente riguardo ai rischi e a eventuali conseguenze legali, normative, creditizie, fiscali e contabili. Il presente documento è proprietà di LOIM ed è rivolto al destinatario esclusivamente per uso personale. Il presente documento non può essere riprodotto (in tutto o in parte), trasmesso, modificato o utilizzato per altri fini senza la previa autorizzazione scritta di LOIM. Questo documento riporta le opinioni di LOIM alla data di pubblicazione.
    Né il presente documento né copie di esso possono essere inviati, portati o distribuiti negli Stati Uniti d’America, nei loro territori e domini o in aree soggette alla loro giurisdizione, oppure a o a favore di US Person. A tale proposito, con l’espressione “US Person” s’intende un soggetto avente cittadinanza, nazionalità o residenza negli Stati Uniti d’America, una società di persone costituita o esistente in uno qualsiasi degli stati, dei territori, o dei domini degli Stati Uniti d’America, o una società di capitali disciplinata dalle leggi degli Stati Uniti o di un qualsiasi loro stato, territorio o dominio, o ogni patrimonio o trust il cui reddito sia soggetto alle imposte federali statunitensi, indipendentemente dal luogo di provenienza.
    Fonte dei dati: se non indicato diversamente, i dati sono elaborati da LOIM.
    Alcune informazioni sono state ottenute da fonti pubbliche ritenute attendibili, ma in assenza di una verifica indipendente non possiamo garantire la loro correttezza e completezza.
    I giudizi e le opinioni qui espresse hanno esclusivamente scopo informativo e non costituiscono una raccomandazione di LOIM a comprare, vendere o conservare un titolo. I giudizi e le opinioni sono validi alla data della presentazione, possono essere soggetti a modifiche e non devono essere intesi come una consulenza di investimento. Non dovrebbero essere intesi come una consulenza di investimento.
    Il presente documento non può essere (i) riprodotto, fotocopiato o duplicato, in alcuna forma o maniera, né (ii) distribuito a persone che non siano dipendenti, funzionari, amministratori o agenti autorizzati del destinatario, senza il previo consenso di Lombard Odier Funds (Europe) S.A. ©2021 Lombard Odier IM. Tutti i diritti riservati.