Credito e sostenibilità: il rischio è l’ignoranza

investment viewpoints

Credito e sostenibilità: il rischio è l’ignoranza

Yannik Zufferey - Chief Investment Officer, Fixed Income

Yannik Zufferey

Chief Investment Officer, Fixed Income
Leslie Leigh - Client Portfolio Manager

Leslie Leigh

Client Portfolio Manager

Le società si devono adattare a trend strutturali di lungo termine: non è una novità, è una costante che si ripete da secoli. Tuttavia, oggi le sfide in materia di sostenibilità rappresentano un fattore più pressante che mai e ne derivano cambiamenti dalla portata e rapidità senza precedenti.

Nel contesto di questa rivoluzione della sostenibilità, riteniamo che sia fondamentale adattare la nostra modalità di investimento nel reddito fisso. In particolare, nell’ambito delle obbligazioni societarie, crediamo che la sostenibilità debba essere presa in considerazione in quanto fattore chiave per una mitigazione dei rischi, senza compromettere i potenziali rendimenti1. Abbiamo quindi sviluppato un metodo personalizzato al fine di valutare quali società siano ben posizionate per trarre vantaggio dai cambiamenti dovuti alla sostenibilità.

Poiché il rendimento nelle obbligazioni societarie si basa sull’affidabilità creditizia, valutiamo la solidità dei mutuatari attraverso la lente della sostenibilità. Abbiamo infatti sviluppato in approccio unico che vuole identificare le società con modelli finanziari e societari, nonché pratiche commerciali, sostenibili.

 

I nostri principi core per integrare la sostenibilità all’interno dei portafogli di credito societari.

 

Integrating Sustainability into Corporate Bonds-IT.jpg (Integrating Sustainability...

 

Il rischio/la performance obiettivo rappresenta una finalità di costruzione del portafoglio. Non rappresenta una performance o un rischio passati e potrebbe non essere rappresentativo/a di una performance o un rischio futuri effettivi.

Il nostro approccio si basa sui seguenti principi core:

  • Un’attenzione particolare alla qualità del credito per integrare un maggior livello di sicurezza. Così facendo, possiamo migliorare la diversificazione e proteggere i portafogli in modo più adeguato nei periodi di volatilità.
  • Un’ulteriore mitigazione dei rischi tramite la valutazione di fattori extrafinanziari tra cui criteri ambientali, sociali e di governance (criteri ESG) e non solo. Preferiamo quindi le società che dispongono di pratiche commerciali migliori e quelle che secondo noi saranno in grado di evolvere verso pratiche e modelli più sostenibili.
  • Un esame della resilienza del portafoglio rispetto ai rischi fisici e di transizione associati al cambiamento climatico. Ecco perché diamo la priorità a società con minore intensità di carbonio, al fine di ridurre l’esposizione del portafoglio alle emissioni di CO2, aumentandola invece rispetto a obbligazioni in sintonia con il clima.

Dal nostro punto di vista, è più probabile che gli emittenti caratterizzati da pratiche commerciali migliori, a minore intensità di carbonio e intenzionati a emettere obbligazioni in sintonia con il clima, compiano agevolmente la transizione verso un’economia a basse emissioni di CO2.

 

Monitoraggio e affidabilità creditizia

Un monitoraggio attivo degli emittenti di debito è per noi di fondamentale importanza e riteniamo che le caratteristiche del credito societario si prestino particolarmente a questo tipo di supervisione. Nello specifico, il dialogo con le società è necessario per valutarne l’affidabilità creditizia, poiché migliora la nostra comprensione del profilo di rischio dell’emittente.

Tradizionalmente, in quanto proprietari di società, si sono sempre occupati del monitoraggio gli investitori azionari, a causa delle dirette conseguenze nell’eventualità di una mancata gestione o mitigazione dei rischi di governance societari. Gli obbligazionisti si interfacciano con le società in merito ad altre questioni, tuttavia, in quanto fornitori di crediti, si concentrano maggiormente su un mantenimento del capitale, unito al guadagno di interessi. È il motivo per cui le aree chiave per gli obbligazionisti possono comprendere la leva finanziaria, la liquidità e i rischi di coda, tutti elementi che danno adito a timori esponenzialmente più importanti per gli emittenti dai rating inferiori.

Siamo convinti che gli investitori obbligazionari, in quanto fonte di finanziamento, possano condizionare le società spingendole verso un atteggiamento più sostenibile. 

Siamo convinti che gli investitori obbligazionari, in quanto fonte di finanziamento, possano condizionare le società spingendole verso un atteggiamento più sostenibile. Ciò vale soprattutto quando nuove emissioni vengono immesse sul mercato primario e nel caso delle società dalle dimensioni più contenute. Inoltre, gli emittenti non-investment grade hanno generalmente minor flessibilità in termini di stato patrimoniale per assorbire un deterioramento inaspettato delle proprie attività a causa dei rischi ESG.

Diversi studi2 hanno dimostrato che in media, le società la cui attenzione è chiaramente rivolta verso la sostenibilità, sono state in grado di ridurre i costi di finanziamento, rispetto a imprese dove questi criteri non rientravano necessariamente tra le priorità aziendali. Generalmente, il premio per il rischio richiesto dagli investitori sarà inferiore per le società che possono vantare di un solido profilo in materia di sostenibilità, suggerendo la possibile comparsa di un trend caratterizzato dalla correlazione tra rischio/rendimento e sostenibilità.

Una relazione del 2018 a opera del fondo pensione statale giapponese (GPIF) e della Banca Mondiale3 sostiene che gli obbligazionisti potrebbero avere persino più potere rispetto agli azionisti nell’incoraggiare le società a intraprendere la transizione verso modelli più sostenibili. Gli obbligazionisti possono condizionare direttamente il costo del debito, poiché possono decidere di non reinvestire a scadenza o di reinvestire solo a un tasso più elevato.

La sostenibilità sta rivoluzionando il panorama degli investimenti e non può essere ignorata, poiché rappresenta una variabile chiave in qualsiasi analisi ponderata.

 

fonti.

Il rischio/la performance obiettivo rappresenta una finalità di costruzione del portafoglio. Non rappresenta una performance o un rischio passati e potrebbe non essere rappresentativo/a di una performance o un rischio futuri effettivi.

2  Deutsche Bank: Sustainable Investing, Evaluating Long-Term Value and Performance, giugno 2012.

Banca Mondiale/GPIF: Incorporating Environmental, Social and Governance (ESG) Factors into Fixed Income investment, aprile 2018.

Informazioni importanti.

Il presente documento è stato pubblicato da Lombard Odier Funds (Europe) S.A., una società per azioni di diritto lussemburghese avente sede legale a 291, route d’Arlon, 1150 Lussemburgo, autorizzata e regolamentata dalla CSSF quale Società di gestione ai sensi della direttiva europea 2009/65/CE e successive modifiche e della direttiva europea 2011/61/UE  sui gestori di fondi di investimento alternativi (direttiva AIFM). Scopo della Società di gestione è la creazione, promozione, amministrazione, gestione e il marketing di OICVM lussemburghesi ed esteri, fondi d’investimento alternativi ("AIF") e altri fondi regolamentati, strumenti di investimento collettivo e altri strumenti di investimento, nonché l’offerta di servizi di gestione di portafoglio e consulenza per gli investimenti.
Lombard Odier Investment Managers (“LOIM”) è un marchio commerciale.
Questo documento è fornito esclusivamente a scopo informativo e non costituisce un’offerta o una raccomandazione di acquisto o vendita di titoli o servizi. Il presente documento non è destinato a essere distribuito, pubblicato o utilizzato in qualunque giurisdizione in cui tale distribuzione, pubblicazione o utilizzo fossero illeciti. Il presente documento non contiene raccomandazioni o consigli personalizzati e non intende sostituire un'assistenza professionale in materia di investimenti in prodotti finanziari. Prima di effettuare una transazione qualsiasi, l’investitore dovrebbe valutare attentamente se l’operazione è idonea alla propria situazione personale e, ove necessario, richiedere una consulenza professionale indipendente riguardo ai rischi e a eventuali conseguenze legali, normative, creditizie, fiscali e contabili. Il presente documento è proprietà di LOIM ed è rivolto al destinatario esclusivamente per uso personale. Il presente documento non può essere riprodotto (in tutto o in parte), trasmesso, modificato o utilizzato per altri fini senza la previa autorizzazione scritta di LOIM. Questo documento riporta le opinioni di LOIM alla data di pubblicazione.
Né il presente documento né copie di esso possono essere inviati, portati o distribuiti negli Stati Uniti d’America, nei loro territori e domini o in aree soggette alla loro giurisdizione, oppure a o a favore di US Person. A tale proposito, con l’espressione “US Person” s’intende un soggetto avente cittadinanza, nazionalità o residenza negli Stati Uniti d’America, una società di persone costituita o esistente in uno qualsiasi degli stati, dei territori, o dei domini degli Stati Uniti d’America, o una società di capitali disciplinata dalle leggi degli Stati Uniti o di un qualsiasi loro stato, territorio o dominio, o ogni patrimonio o trust il cui reddito sia soggetto alle imposte federali statunitensi, indipendentemente dal luogo di provenienza.
Fonte dei dati: se non indicato diversamente, i dati sono elaborati da LOIM.
Alcune informazioni sono state ottenute da fonti pubbliche ritenute attendibili, ma in assenza di una verifica indipendente non possiamo garantire la loro correttezza e completezza.
I giudizi e le opinioni qui espresse hanno esclusivamente scopo informativo e non costituiscono una raccomandazione di LOIM a comprare, vendere o conservare un titolo. I giudizi e le opinioni sono validi alla data della presentazione, possono essere soggetti a modifiche e non devono essere intesi come una consulenza di investimento. Non dovrebbero essere intesi come una consulenza di investimento.
Il presente documento non può essere (i) riprodotto, fotocopiato o duplicato, in alcuna forma o maniera, né (ii) distribuito a persone che non siano dipendenti, funzionari, amministratori o agenti autorizzati del destinatario, senza il previo consenso di Lombard Odier Funds (Europe) S.A. ©2019 Lombard Odier IM. Tutti i diritti riservati.