white papers

    Investire nei leader della transizione climatica

    Investire nei leader della transizione climatica

    Messaggi importanti

    • Per investire nella transizione climatica è necessario andare oltre l’analisi dell’impronta di carbonio e acquisire una visione chiara delle traiettorie di decarbonizzazione delle imprese.
    • Le aziende in fase di transizione in settori difficili da decarbonizzare sono necessarie per la futura crescita economica, ma hanno urgente bisogno di decarbonizzarsi.
    • Vi sono valide opportunità per la transizione allo zero netto tra le aziende ad alta intensità di carbonio che sono su percorsi di decarbonizzazione praticabili.

     

    Le aziende in transizione presentano delle opportunità

    Gli investitori devono essere in grado di riconoscere quali aziende sono meglio posizionate per i cambiamenti normativi, tecnologici e di mercato che li attendono, per cogliere efficacemente le opportunità di investimento e ridurre i rischi. Le aziende in fase di transizione in settori in cui è difficile limitare le emissioni rappresentano opportunità emergenti.

    La strategia Climate Transition si concentra su tre gruppi di opportunità nella selezione delle aziende utilizzando un filtraggio tematico e orientato all’attività con una soglia di purezza elevata. Tra queste vi sono le aziende in transizione in settori in cui è difficile limitare le emissioni – come l’acciaio, il cemento, i trasporti, i prodotti chimici, la produzione di energia e il settore immobiliare – che sono necessari per la futura crescita economica ma che devono urgentemente decarbonizzarsi.

    La strategia si differenzia investendo in aziende ad alta intensità di carbonio che hanno compreso la necessità di una transizione e i vantaggi di mercato nel farlo, e il cui progresso, come monitorato dai nostri parametri relativi all’aumento implicito della temperatura (ITR), è allineato alla traiettoria di Parigi. Nell’ultimo anno, la nostra stewardship attiva sul mercato ha preso di mira molti di questi candidati. Con le soluzioni legate al clima che si stanno spostando più in alto nelle agende normative e di investimento, assumersi la responsabilità degli obiettivi di decarbonizzazione aziendali è fondamentale, sia per mitigare i rischi reputazionali, finanziari e di transizione che per identificare le opportunità di investimento. Con la nostra stewardship attiva, la strategia sfrutta queste opportunità emergenti e ne sostiene lo sviluppo.

     

    Opportunità di transizione

    I «cubetti di ghiaccio» sono aziende presenti in settori ad alto contenuto di carbonio ma che si stanno rapidamente decarbonizzando e allineando all’accordo di Parigi. Definiamo queste opportunità di transizione cubetti di ghiaccio perché il loro progresso nella riduzione delle emissioni sta aiutando a raffreddare l’economia.

    Fig. 1: Cubetti di ghiaccio, tizzoni ardenti, aziende a basse emissioni di carbonio e ritardatari della decarbonizzazioneTemperature alignment_IT.svg

    Fonte: LOIM. A soli fini illustrativi

     

    I tizzoni ardenti, invece, sono aziende ad alta emissione che non sono attualmente su un percorso credibile di decarbonizzazione, il che significa che stanno potenzialmente contribuendo in modo significativo al riscaldamento globale. Non escludiamo le aziende classificate come tizzoni ardenti, e valutiamo invece se le loro attività e i loro servizi stiano sostenendo altre aziende e segmenti nei loro sforzi volti alla decarbonizzazione. La nostra analisi può anche determinare che le aziende che sembrano rientrare in questa classificazione stanno in realtà performando meglio di quanto le metriche implichino.

    La nostra metodologia riconosce anche le aziende a basso carbonio e a carbonio più basso, che sono generalmente in settori già a basse emissioni e che stanno riducendo ulteriormente le emissioni, così come quelle in ritardo sulla decarbonizzazione, che sono generalmente in settori a basse emissioni ma con emissioni in aumento.

    Le aziende che si sono affermate come «leader della transizione» comprendono circa il 35% della strategia Climate Transition. Tra i notevoli esempi di «cubetti di ghiaccio» in portafoglio figurano:

     

    Un passo oltre l’impronta di carbonio 

    Per investire nella transizione climatica è necessario andare oltre l’analisi dell’impronta di carbonio e acquisire una visione chiara delle traiettorie di decarbonizzazione delle imprese. Solo così gli investitori possono capire quali aziende rappresentano un’opportunità da sfruttare e quali invece un rischio da evitare.

    Grazie a questa impostazione lungimirante vediamo che alcune delle migliori opportunità per la transizione allo zero netto sono offerte da società che dovrebbero essere escluse dalle strategie a bassa emissione di carbonio a causa dei loro attuali livelli di emissioni, ma in virtù delle iniziative attuate per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni sono sulla strada giusta per la decarbonizzazione. Le loro possibilità di prosperare in un mondo che si allinea allo zero netto – e lo raggiunge – potrebbero essere sottovalutate dal mercato.

     

    Fonti

    [1] Qualsiasi riferimento a una specifica società o titolo non costituisce una raccomandazione ad acquistare, vendere, detenere o investire direttamente nella società o nei titoli. Non si deve presumere che le raccomandazioni fatte in futuro saranno redditizie o eguaglieranno la performance dei titoli discussi in questo documento

    Informazioni importanti.

    AD USO ESCLUSIVO DI INVESTITORI PROFESSIONALI
    Il presente documento è pubblicato da Lombard Odier Asset Management (Europe) Limited, una società autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority (“FCA”), iscritta nel registro FCA con il numero 515393.
    Lombard Odier Investment Managers (“LOIM”) è un nome commerciale.
    Questo documento è fornito esclusivamente a scopo informativo e non costituisce un’offerta o una raccomandazione di acquisto o vendita di titoli o servizi. Non è destinato alla distribuzione, alla pubblicazione o all’uso in qualsiasi giurisdizione in cui tale distribuzione, pubblicazione o uso sarebbe illegale. Il presente materiale non contiene raccomandazioni o consulenze personalizzate e non intende sostituire un’assistenza professionale in materia di investimenti in prodotti finanziari. Prima di effettuare qualsiasi operazione, l’investitore deve considerare attentamente l’idoneità di un’operazione alla sua particolare situazione e, se necessario, ottenere una consulenza professionale indipendente sui rischi e le eventuali conseguenze legali, regolamentari, creditizie, fiscali e contabili. Il presente documento è proprietà di LOIM ed è rivolto al destinatario esclusivamente per uso personale. Non può essere riprodotto (in tutto o in parte), trasmesso, modificato o utilizzato per qualsiasi altro scopo senza il previo consenso scritto di LOIM. Questo documento contiene le opinioni di LOIM alla data di pubblicazione.
    Né il presente documento né copie di esso possono essere inviati, portati, o distribuiti negli Stati Uniti d’America, in uno dei suoi territori o possedimenti o aree soggette alla sua giurisdizione, o a beneficio di un Soggetto Statunitense. A tal fine, il termine “Soggetto Statunitense” indica qualsiasi cittadino, di nazionalità o residente degli Stati Uniti d’America, società di persone organizzata o esistente in qualsiasi stato, territorio o possedimento degli Stati Uniti d’America, una società di capitali organizzata secondo le leggi degli Stati Uniti o di qualsiasi stato, territorio o possedimento degli stessi, o qualsiasi proprietà o trust che sia soggetto all’imposta federale sul reddito degli Stati Uniti d’America indipendentemente dalla fonte del suo reddito.
    Fonte delle cifre: se non diversamente specificato, le cifre sono preparate da LOIM.
    Sebbene alcune informazioni siano state ottenute da fonti pubbliche ritenute affidabili, senza una verifica indipendente, non possiamo garantire la loro accuratezza o la completezza di tutte le informazioni disponibili da tali fonti pubbliche.
    I punti di vista e le opinioni espresse hanno solo scopo informativo e non costituiscono una raccomandazione da parte di LOIM di acquistare, vendere o detenere alcun titolo. I giudizi e le opinioni sono validi alla data della presentazione, possono essere soggetti a modifiche e non devono essere interpretati come consigli di investimento.
    Il presente documento non può essere (i) riprodotto, fotocopiato o duplicato, in alcuna forma o maniera, né (ii) distribuito a persone che non siano dipendenti, funzionari, amministratori o agenti autorizzati del destinatario, senza il previo consenso di Lombard Odier Asset Management (Europe) Limited. Nel Regno Unito, questo documento rappresenta materiale di marketing ed è stato approvato da Lombard Odier Asset Management (Europe) Limited, che è autorizzata e regolamentata dalla FCA. ©2022 Lombard Odier IM. Tutti i diritti riservati.