investment viewpoints

    Agricoltura 2.0

    Agricoltura 2.0
    Alina Donets - Portfolio Manager

    Alina Donets

    Portfolio Manager

    Agricoltura 2.0

    L’agricoltura fa affidamento sul capitale naturale - le risorse naturali del pianeta - in misura maggiore rispetto alla maggior parte di altri settori. Per questo motivo, lo sviluppo e l’implementazione di tecniche per un’agricoltura intelligente sono parte integrante della transizione verso l’economia del CLIC™ e costituiscono un importante aspetto della nostra strategia Natural Capital.

    L’agricoltura intelligente come tema d’investimento ha cominciato ad attrarre l’attenzione di numerose personalità d’alto profilo. Il fondatore di Microsoft, Bill Gates, ha recentemente fatto notizia per aver accumulato investimenti in terreni agricoli negli Stati Uniti e, secondo The Land Report, possiede oggi circa 250.000 acri di terra. Alla luce di attività simili condotte anche da altri grandi investitori istituzionali, si sta facendo sempre più strada la percezione che questi asset siano oggi sottovalutati. Una gestione oculata dei terreni agricoli può tuttavia aumentarne il valore. Gli investimenti in tecniche di efficienza e gestione dei costi - come l’agricoltura di precisione o la conversione delle pratiche agricole in modo che diventino più sostenibili dal punto di vista ambientale, efficienti in termini di CO2 e rispettose della biodiversità - possono determinare un incremento delle valutazioni dei terreni.

     

    Un’agricoltura più intelligente

    Le pratiche agricole intelligenti, che migliorano la produzione tramite l’utilizzo delle tecnologie, possono aumentare la resa delle coltivazioni. La valutazione delle aziende che operano nel settore agricolo non ne rispecchia appieno la creazione di valore aggiunto. Il forte slancio economico nei mercati agricoli sottostanti e i trend secolari d’innovazione per soddisfare il fabbisogno di efficienze e raccogliere le sfide ambientali in un mercato alimentare dalle risorse limitate sono tutti fattori ancora sottovalutati.

    Ma implementare pratiche e metodi innovativi è spesso difficile; per circa dieci anni, i bassi prezzi delle materie prime agricole hanno costretto molti coltivatori a cercare di massimizzare il ciclo di vita dei vecchi macchinari, anche quando avrebbero dovuto essere sostituiti o ammodernati. E, laddove vi è stata innovazione, questa non si è sempre tradotta in un miglioramento dell’impatto ambientale sulle risorse naturali. I metodi utilizzati hanno spesso comportato il deflusso fuori controllo di prodotti chimici dannosi per la biodiversità, sistemi d’irrigazione che utilizzano eccessive quantità di acqua al punto da determinare l’esaurimento delle fonti e cicli intensivi di gestione del suolo, che influenzano la ritenzione del carbonio.

     

    Il prossimo livello di innovazione tecnologica

    Ma la pandemia ha creato importanti distorsioni del commercio mondiale e delle filiere di approvvigionamento che, unitamente all’andamento delle condizioni meteorologiche, hanno portato all’esaurimento delle scorte di materie prime e al conseguente incremento dei prezzi delle commodity agricole. Con l’aumento dei redditi di fine 2020, che dovrebbe proseguire nel 2021, il settore agricolo è finalmente prossimo a un importante ciclo di rinnovamento, che offre l’opportunità di aumentare l’adozione delle innovazioni tecnologiche di prossima generazione.

    I collaudati miglioramenti delle pratiche agricole, unitamente ai nuovi macchinari e strumenti, continueranno a sostenere le dinamiche economiche del settore, salvaguardando al contempo la natura.

    I danni ambientali causati dal settore agricolo sono un problema diffusamente riconosciuto; tuttavia, poco è stato fatto su questo fronte. Le autorità di regolamentazione stanno cercando di rettificare la situazione tramite iniziative di incentivazione, come la  Farm-to-Fork della Commissione Europea, mentre molte grandi aziende, come Danone1 e General Mills, hanno scelto di prendere posizione impegnandosi a promuovere l’agricoltura rigenerativa. Nestle si è impegnata a investire entro il 2025 1,2 mld di CHF in pratiche rigenerative, che prevedono processi agricoli migliori quali le colture di copertura, l’uso di fertilizzanti organici, la rotazione delle colture e l’uso di impianti per la digestione anaerobica.

    L’agricoltura rigenerativa può creare enormi vantaggi ambientali, tra cui una riduzione del 40% del deflusso di azoto, importante per la protezione della biodiversità. Queste pratiche, tuttavia, sono impossibili da implementare senza ricorrere a tecnologie potenziate. Una ridotta lavorazione dei terreni, la rotazione delle colture e la gestione del suolo necessitano di numerosi input, dall’irrigazione e semina di precisione, all’applicazione di pesticidi, fino all’utilizzo di software intelligente in grado di integrare il monitoraggio del suolo e delle coltivazioni con l’andamento climatico per suggerire agli operatori le attività agricole ottimali.

    Esistono diverse soluzioni collaudate e testate per l’agricoltura di precisione che non hanno ancora raggiunto la massima penetrazione sul mercato. Oggi, i programmi software connessi ai macchinari agricoli, con strumenti predittivi e di controllo intelligente, possono aiutare gli agricoltori non solo a ottimizzare l’applicazione dei fertilizzanti tramite sofisticati sensori e macchine irroratrici, ma anche a prevedere le quantità necessarie in funzione del raccolto, della salute del suolo e delle condizioni meteorologiche previste.

    Il supporto economico per gli investimenti in attrezzature, una maggiore consapevolezza dei vantaggi ambientali e finanziari e il sostegno sociale e delle autorità normative hanno creato un contesto favorevole per il settore dei macchinari agricoli.

     

    Quali opportunità emergono da questa situazione?

    Riconoscendo la portata del cambiamento in corso, abbiamo identificato numerose opportunità d’investimento interessanti. Nel primo trimestre del 2021, abbiamo aperto una nuova posizione in AGCO1, una delle società leader nel settore dei macchinari agricoli, che ha riportato una forte accelerazione della crescita grazie a un’offerta altamente differenziata di macchine intelligenti. La società punta all’innovazione, non solo nelle macchine per l’applicazione dei pesticidi, negli strumenti predittivi e nell’agricoltura integrata, ma anche, più nello specifico, nei sistemi per il posizionamento ottimale di piante e sementi, parte integrante di un approccio efficace all’agricoltura rigenerativa. Nel corso dell’ultima call sui risultati, AGCO ha annunciato per il 2020 una crescita a/a del 200% dei sistemi di semina intelligente interamente di propria produzione, un incremento del 40% dei sistemi di semina applicati ad altri macchinari e la crescita del 35% delle macchine irroratrici con ugelli smart, il tutto nonostante un contesto ancora caratterizzato da un’adozione ridotta e che fa presagire un’ulteriore crescita in futuro.2

    La posizione in AGCO viene ad aggiungersi a diverse altre in questo settore, ad esempio Kubota1, controparte giapponese di AGCO, e Trimble, una società tecnologica che sviluppa sistemi per l’agricoltura intelligente, quali hardware e software da installare sui macchinari per migliorare l’agricoltura di precisione e i modelli predittivi.

     

    Conclusione

    Crediamo che nel prossimo decennio numerose forze imprimeranno un’ulteriore spinta allo sviluppo e all’adozione di tecnologie per l’agricoltura. La conservazione delle acque e dei terreni, la protezione della biodiversità, la produzione alimentare più efficiente e le innovazioni tecnologiche sono tutte forze positive che contribuiscono ad allineare le pratiche agricole con il perseguimento dell’economia del CLIC™. Vista la crescente attenzione alla conservazione del capitale naturale, anche le autorità normative dovrebbero continuare a promuovere un miglioramento delle tecniche utilizzate e del monitoraggio. Al contempo, la partecipazione degli investitori al mercato dei terreni favorirà l’apprezzamento degli asset, migliorando le dinamiche economiche per gli agricoltori e i potenziali rendimenti sugli investimenti volti a incrementare la penetrazione delle tecnologie nell’agricoltura.

     

     

    Applicazioni per agricoltura di precisione

    Fonti: The Parliamentary Office of Science and Technology.
     
    1 Qualsiasi riferimento a società o titoli specifici non costituisce una raccomandazione ad acquistare, vendere, detenere o investire direttamente nelle società o nei titoli. Non si deve presupporre che le raccomandazioni fatte risulteranno redditizie in futuro o riporteranno performance analoghe a quelle dei titoli discussi nel presente documento.

    2 I casi di studio riportati nel presente documento hanno solo fini illustrativi e non intendono essere una raccomandazione d’investimento o una dichiarazione esaustiva di tutti i fattori o di tutte le considerazioni che potrebbero essere pertinenti ai fini dei titoli cui si fa riferimento. I casi di studio sono stati scelti per illustrare il processo d’investimento intrapreso dal Gestore in relazione ad alcuni tipi di investimento, ma potrebbero non essere rappresentativi del portafoglio di investimenti passato o futuro del Fondo nel suo complesso; inoltre, è inteso che i casi di studio, di per sé, non saranno sufficienti a fornire una visione chiara ed equilibrata del processo d’investimento del Gestore o della composizione, attuale o futura, del portafoglio di investimenti del Fondo.

    Informazioni importanti.

    Il presente documento è stato pubblicato da Lombard Odier Funds (Europe) S.A., una società per azioni di diritto lussemburghese avente sede legale a 291, route d’Arlon, 1150 Lussemburgo, autorizzata e regolamentata dalla CSSF quale Società di gestione ai sensi della direttiva europea 2009/65/CE e successive modifiche e della direttiva europea 2011/61/UE  sui gestori di fondi di investimento alternativi (direttiva AIFM). Scopo della Società di gestione è la creazione, promozione, amministrazione, gestione e il marketing di OICVM lussemburghesi ed esteri, fondi d’investimento alternativi ("AIF") e altri fondi regolamentati, strumenti di investimento collettivo e altri strumenti di investimento, nonché l’offerta di servizi di gestione di portafoglio e consulenza per gli investimenti.
    Lombard Odier Investment Managers (“LOIM”) è un marchio commerciale.
    Questo documento è fornito esclusivamente a scopo informativo e non costituisce un’offerta o una raccomandazione di acquisto o vendita di titoli o servizi. Il presente documento non è destinato a essere distribuito, pubblicato o utilizzato in qualunque giurisdizione in cui tale distribuzione, pubblicazione o utilizzo fossero illeciti. Il presente documento non contiene raccomandazioni o consigli personalizzati e non intende sostituire un'assistenza professionale in materia di investimenti in prodotti finanziari. Prima di effettuare una transazione qualsiasi, l’investitore dovrebbe valutare attentamente se l’operazione è idonea alla propria situazione personale e, ove necessario, richiedere una consulenza professionale indipendente riguardo ai rischi e a eventuali conseguenze legali, normative, creditizie, fiscali e contabili. Il presente documento è proprietà di LOIM ed è rivolto al destinatario esclusivamente per uso personale. Il presente documento non può essere riprodotto (in tutto o in parte), trasmesso, modificato o utilizzato per altri fini senza la previa autorizzazione scritta di LOIM. Questo documento riporta le opinioni di LOIM alla data di pubblicazione.
    Né il presente documento né copie di esso possono essere inviati, portati o distribuiti negli Stati Uniti d’America, nei loro territori e domini o in aree soggette alla loro giurisdizione, oppure a o a favore di US Person. A tale proposito, con l’espressione “US Person” s’intende un soggetto avente cittadinanza, nazionalità o residenza negli Stati Uniti d’America, una società di persone costituita o esistente in uno qualsiasi degli stati, dei territori, o dei domini degli Stati Uniti d’America, o una società di capitali disciplinata dalle leggi degli Stati Uniti o di un qualsiasi loro stato, territorio o dominio, o ogni patrimonio o trust il cui reddito sia soggetto alle imposte federali statunitensi, indipendentemente dal luogo di provenienza.
    Fonte dei dati: se non indicato diversamente, i dati sono elaborati da LOIM.
    Alcune informazioni sono state ottenute da fonti pubbliche ritenute attendibili, ma in assenza di una verifica indipendente non possiamo garantire la loro correttezza e completezza.
    I giudizi e le opinioni qui espresse hanno esclusivamente scopo informativo e non costituiscono una raccomandazione di LOIM a comprare, vendere o conservare un titolo. I giudizi e le opinioni sono validi alla data della presentazione, possono essere soggetti a modifiche e non devono essere intesi come una consulenza di investimento. Non dovrebbero essere intesi come una consulenza di investimento.
    Il presente documento non può essere (i) riprodotto, fotocopiato o duplicato, in alcuna forma o maniera, né (ii) distribuito a persone che non siano dipendenti, funzionari, amministratori o agenti autorizzati del destinatario, senza il previo consenso di Lombard Odier Funds (Europe) S.A. ©2021 Lombard Odier IM. Tutti i diritti riservati.