Il nostro approccio è basato su tre pilastri

We use a three-pillar approach to see which firms are best positioned to benefit from the significant opportunities of The Sustainability Revolution. It assesses the sustainability of a company’s financial model, business practices and business models.


1. Sostenibilità finanziaria di una società

Il punto di partenza di qualsiasi investimento è la solidità finanziaria della società, qualsiasi sia la classe di attivo. Per quanto riguarda le azioni puntiamo, ad esempio, a individuare società in grado di
generare extra-rendimenti economici. Per fare ciò, queste devono fare un uso efficiente del capitale, saper generare liquidità ed essere in grado di far quadrare i propri conti indipendentemente dai mercati.
Nel segmento del credito valutiamo invece la solvibilità complessiva di una società.
Procediamo analizzando i suoi dati finanziari per valutare la sua qualità creditizia, la capacità di ripagare il debito e di rifinanziarsi. Contrariamente ai tradizionali indici obbligazionari costruiti in base alla capitalizzazione, il nostro punto di partenza è la qualità del debito anziché il suo ammontare complessivo.

2. Sostenibilità delle business practices di una società

Affinché una società possa creare valore nel tempo deve, a nostro parere, essere in grado di focalizzarsi sulle esigenze dell’intero ecosistema dei suoi stakeholder composto da autorità di vigilanza, azionisti, dipendenti, clienti, fornitori, ambiente e comunità locale. In altre parole, essere attenta alle proprie business practices quanto alle performance finanziarie.
Infatti, siamo convinti che l’insieme di queste prassi e comportamenti finiscano per determinare la performance finanziaria al pari dei ricavi e dei costi.
Queste comprendono, ad esempio, l’attuazione di programmi mirati ad affrontare le differenze di genere, l’adesione alle migliori prassi sulla composizione del consiglio di amministrazione, l’adozione di solide e stabili politiche finalizzate a garantire la salute e la sicurezza dei dipendenti e ridurre l’impatto negativo sull’ambiente.
Abbiamo a disposizione diversi strumenti per valutare la sostenibilità delle business practices di una società:

Parametri di lungo termine: punteggio ESG
Ci basiamo su 115 dati diversi, credibili e distinguibili per verificare se le società sono in linea con le migliori prassi ambientali, sociali e di governance; se compiono progressi nella transizione a modelli più sostenibili e come si posizionano rispetto ai trend strutturali che modificheranno in modo significativo il contesto in cui operano.
Abbiamo sviluppato la metodologia proprietaria “CAR”, che ci aiuta a distinguere tra chi parla, chi agisce e chi ottiene risultati quando si tratta di sostenibilità. Riteniamo che questa metodologia, che suddivide i dati ESG in Consciousness, Action e Results (Consapevolezza, Azioni e Risultati) sia più efficace dei rating aggregati esterni, poiché aiuta a individuare le società che stanno realmente avanzando verso prassi più sostenibili.
Riteniamo sia fondamentale acquisire il dato grezzo in modo da poterne verificare l’esattezza e attendibilità e poterlo ricomporre secondo dei modelli proprietari funzionali ai nostri obiettivi. Raccogliamo dati non finanziari con il livello di dettaglio più elevato possibile sia da fonti tradizionali che alternative. Successivamente, i nostri gestori integrano questi dati nel loro processo di investimento. Attraverso il costante dialogo con le società approfondiamo la conoscenza delle loro business practices e possiamo affinare e migliorare la qualità dei nostri rating.
Disponendo dei dati grezzi possiamo inoltre realizzare analisi più dinamiche e che possono avere un valore previsionale, distinguendo quelle società che implementano politiche di sostenibilità e conseguono risultati da quelle che ne fanno un puro elemento di comunicazione.

Parametri a breve termine: controversie
L’esposizione di una società a controversie serie è indicatore di breve termine che la stessa non presta la dovuta attenzione all’implementazione nel lungo termine delle migliori business practices. Monitoriamo costantemente l’esposizione delle società alle controversie e la loro gravità, quale parte integrante del nostro processo di gestione.

Parametri di impatto
Analizziamo anche le emissioni di carbonio e il consumo di acqua da parte delle società.
Questo ci permette di valutare in che modo le società cercano di migliorare il loro livello di efficienza in economie che sono sempre più soggette a limitazioni nelle emissioni di carbonio e nell’ uso di acqua.

3. Sostenibilità del modello di business di una società

Oltre a esaminare la sostenibilità finanziaria e delle prassi commerciali, consideriamo anche la sostenibilità del modello di business di una società, confrontata a trend strutturali di lungo termine che stanno accompagnando la transizione dell’economia globale verso modelli più sostenibili. Vogliamo valutare in che modo la società può beneficiare delle opportunità offerte dalla transizione a modelli più sostenibili.
Questa analisi, che ha una valenza previsionale, rappresenta un elemento fondamentale nel valutare se la performance elle società è ripetibile e sostenibile nel lungo termine. Essa inizia con l’identificare i mega trend che plasmeranno il contesto economico e sociale in cui le società opereranno e pertanto i loro risultati.
Noi di Lombard Odier Investment Managers abbiamo identificato cinque mega trend che guidano la Rivoluzione di Sostenibilità:
✔ cambiamenti demografici
✔ cambiamenti climatici
✔ risorse naturali
✔ rivoluzione digitale
✔ disuguaglianze 
All’interno di ciascun mega trend possiamo tracciare il percorso evolutivo per comprendere meglio quali settori saranno coinvolti e in che modo. Così facendo possiamo individuare opportunità che si traducono in temi di investimento. 

notizie