Ricerca Alternative Risk Premia.

Migliorare con la ricerca: imparare dall’esperienza, adattarsi a nuove dinamiche di mercato e restare concentrati sugli obiettivi

 

Negli ultimi anni, abbiamo condotto un’approfondita attività di ricerca per rafforzare la strategia LOIM Alternative Risk Premia (ARP) rendendola meno sensibile alle condizioni di mercato.  Il nostro obiettivo ultimo rimane, come sempre, quello di offrire agli investitori rendimenti veramente decorrelati. 

  • La nostra ricerca si è concentrata su come ripensare l’accesso ad alcuni premi (ad esempio quelli sulla volatilità o il trend-following) che crediamo siano stati i più colpiti dalle brusche, e oggi sempre più frequenti, rotazioni del mercato.  Abbiamo anche rivisitato il nostro approccio ai fattori di stile Azionari, più “popolari” e oggi decisamente sotto pressione. 
  • Guidati dall’obiettivo della diversificazione, abbiamo sviluppato nuove strategie, ortogonali rispetto a quelle esistenti. Uno sforzo guidato da questi principi: focus sulle opportunità di arbitraggio (non direzionali / nessun beta nascosto), decorrelazione dai rispettivi mercati primari, decadimento limitato e/o strategie non ancora conosciute e poco “affollate”.
  • Le ultime grandi tecnologie innovative sono state al centro dei nostri recenti sforzi di ricerca. Abbiamo utilizzato e sviluppato Intelligenza Artificiale e Machine Learning per rafforzare ulteriormente le nostre capacità, con l’obiettivo di trovare e generare nuove opportunità d’investimento alfa.

Di seguito sono elencati gli studi che abbiamo pubblicato e i miglioramenti che abbiamo introdotto nell’ultimo periodo. Clicca sui pulsanti seguenti per accedere alla nostra ricerca. .

Per informazioni, contattare Clement Leturgie in Europa o Jessie Schenker negli Stati Uniti.

Creare l’approccio ottimale all’investimento fattoriale azionario.

Le strategie fattoriali azionarie attraversano un periodo di difficoltà. Mentre alcuni investitori hanno iniziato a dubitare del futuro di queste strategie, altri hanno deciso di commettere qualche piccolo “peccato” (factor timing).  In LOIM, abbiamo appreso due importanti lezioni.

Innanzitutto, abbiamo capito che la costruzione dei portafogli è un requisito essenziale ai fini di un investimento fattoriale prudente. Nel documento​​​​​ Our Approach to Factor Investing, presentiamo il frutto di questi studi, con le nostre opinioni sull’implementazione efficiente dei fattori. 

La seconda lezione può essere invece sintetizzata da queste parole di John Maynard Keynes: “Il mercato può rimanere irrazionale più a lungo di quanto tu possa rimanere solvibile”. Poiché quella della pazienza non è più una strada percorribile, la nostra ricerca si focalizza oggi sulle nuove fonti di alfa, applicando l’apprendimento automatico ai dati finanziari e non finanziari, principi ESG inclusi. Questa sarà la base delle nostre nuove strategie azionarie nel 2020, con l’obiettivo, come sempre, di offrire diversificazione e fonti di rendimento complementari rispetto ai fattori tradizionali. 

 

 Scopri di più: Approach to Factor Investing

Generare alfa da ESG.

La decisione di integrare i criteri ESG nei processi d’investimento può avere svariati motivi. Uno di questi è sicuramente il desiderio dei gestori di “far del bene”, in linea con il diffuso trend mondiale a favore di approcci più responsabili all’investimento. Un altro motivo è la migliore gestione del rischio che l’integrazione ESG consente. I dati ESG possono offrire un punto di vista alternativo sulle aziende, aiutando a identificare anche i rischi che non vengono rilevati mediante la tradizionale analisi fondamentale o i dati di mercato. Infine, sempre più gestori utilizzano l’approccio ESG come fonte di alfa aggiuntiva, nella speranza che le tematiche ESG non siano ancora scontate dai mercati.

Nello studio, ESG alpha: doing well while doing good, presentiamo le nostre principali conclusioni su questo tema e come intendiamo utilizzarlo in quanto nuovo premio nell’ambito dell’offerta ARP.

 

 Scopri di più: ESG alpha: doing well while doing good

Attributi delle Azioni e Machine Learning per prevedere i rendimenti dei titoli.

L’investimento fattoriale si fonda solo su alcuni fattori scoperti in passato e il cui possibile futuro in quanto fonte di sovraperformance è oggetto di accesi dibattiti. I nuovi premi fattoriali non sono facilmente accettati dalla comunità degli investitori, giustamente preoccupati dai rischi del data mining.

Un’impasse che riteniamo possa essere superata rendendo veramente sistematico e il più possibile libero da bias cognitivi il processo di “scoperta” dei fattori. Le nuove metodologie basate su machine learning stanno lentamente ma stabilmente penetrando il settore azionario sistematico e potrebbero essere il tassello mancante per completare il puzzle dell’investimento fattoriale.

Applicare le tecniche di machine learning a un’ampia gamma di attributi azionari, includendo dati alternativi, ad esempio i dati ESG, adempierà a due funzioni. Innanzitutto, ci consentirà di scoprire nuove fonti di alfa o esplorando combinazioni non lineari tra i diversi attributi dei titoli che non vengono acquisite dai fattori tradizionali, oppure facendo leva su nuove fonti di dati. In secondo luogo, in virtù della sua natura dinamica, l’apprendimento automatico consentirà di adattare il processo sistematico alle mutazioni dei contesti di mercato. L’applicazione del machine learning alle strategie azionarie sistematiche è stata al centro dei nostri sforzi di ricerca.

 

 Scopri di più: Machine learning for the prediction of stock returns

Sviluppare nuovi alternative risk premia

Ci adoperiamo costantemente per ampliare il set di opportunità, sviluppando nuovi premi al rischio e/o perfezionando quelli esistenti. Abbiamo recentemente lanciato due nuove strategie sulle materie prime, che riteniamo ci consentiranno di incrementare la diversificazione e le opportunità d’investimento nella nostra offerta ARP. 

Nel 2018, abbiamo creato la strategia LOIM Commodity Carry che punta a generare premio di carry sulla struttura delle scadenze e premio di liquidità in corrispondenza del periodo di roll-over. Pur essendo ortogonale rispetto ad altre nostre strategie (inclusi gli altri premi di commodity), questo approccio, grazie al suo profilo difensivo, offre caratteristiche interessanti che tendono a sovraperformare nei contesti di avversione al rischio sui mercati globali delle materie prime.

Nel 2020, abbiamo lanciato un nuovo modo di sfruttare l’investimento Value nelle commodity, innovativo rispetto all’offerta ARP globale. Questa strategia, che si fonda sul posizionamento di produttori e consumatori, punta a generare premi tramite le dinamiche di offerta e domanda sul mercato fisico. La combinazione ad hoc di diverse tecniche basate sui prezzi consente di supportare e diversificare il segnale e il posizionamento globali.

Attualmente, stiamo studiando approcci di arbitraggio event-driven, utilizzando dati tradizionali e non convenzionali (big data) per ampliare le opportunità di investimento azionario.

Costruzione di un portafoglio diversificato di alternative risk premia

Nell’intento di creare un solido portafoglio di alternative risk premia diversificati, il team d’investimento sistematico di Lombard Odier Investment Managers dedica molto tempo alla ricerca e allo sviluppo di premi propri. Spesso ci viene chiesto da cosa siano motivate le decisioni di includere nuovi premi nel nostro portafoglio. Crediamo che la ragione principale per la quale incorporare nuovi premi consista nei vantaggi della diversificazione. Siamo fermamente convinti che un portfolio manager in grado di sviluppare e combinare efficacemente diversi premi al rischio alternativi e ortogonali possa generare i rendimenti ponderati per il rischio e decorrelati più interessanti per i propri investitori. 
In questa breve analisi, Costruzione di un portafoglio diversificato di alternative risk premia, esaminiamo i vantaggi in termini di diversificazione della nostra gamma di premi al rischio alternativi, nonché il processo proprietario di “combinazione” di questi premi, specificamente sviluppato per il nostro portafoglio.

 Scopri di più: Costruzione di un portafoglio diversificato di alternative risk premia

Ripensare l’accesso alla Volatilità.

Il premio al rischio della volatilità è da sempre parte della nostra offerta ARP. Nel 2017, abbiamo ampliato l’accesso alla volatilità andando oltre le implementazioni più diffuse, che tendono a essere esclusivamente incentrate sul premio short equity volatility. La nostra strategia è quindi stata concepita in modo da acquisire i premi di volatilità anche nei mercati del reddito fisso oltre che in quelli azionari. La strategia offre inoltre accesso a opportunità di arbitraggio della volatilità, quali convessità e mean reversion.

Nel 2019, abbiamo riconsiderato l’accesso al premio short equity volatility, con l’obiettivo di posizionarci in modo più difensivo rispetto alle fasi di calo degli attivi rischiosi e alle frequenti oscillazioni al rialzo e al ribasso. La modifica principale è stata la ridefinizione delle strip di selezione delle opzioni, oggi limitate esclusivamente alle CALL, al fine di non soffrire nel corso di importanti shock negativi e generare rendimenti più stabili e decorrelati nel breve e lungo termine.

Ripensare l’uso del Trend-Following.

Nel 2018, abbiamo potenziato la strategia ARP Cross-Asset Trend con l’integrazione di un “Risk-Overlay” volto a evitare che il nostro modello di trend risentisse delle forti inversioni di tendenza durante le flessioni dei mercati. Pur ritenendo che la strategia ARP Cross-Asset Trend sia debolmente correlata alle asset class tradizionali e possa contribuire in positivo alle performance del Fondo nel medio-lungo periodo, siamo consapevoli che questa strategia direzionale può evidenziare una ri-correlazione agli attivi rischiosi nei contesti di propensione al rischio. Di conseguenza, la strategia potrebbe aggiungere rischio azionario di breve periodo al portafoglio e, in caso di nette inversioni di tendenza, l’investitore potrebbe non essere sufficientemente diversificato in un’ottica di breve termine. Abbiamo quindi cercato modi per evitare che i premi Cross-Asset Trend fossero particolarmente esposti alla sensibilità degli attivi rischiosi. A questo scopo, abbiamo sviluppato una strategia “Dynamic Cross Asset Trend”, che ci consente di non partecipare alle fasi di inversione di tendenza dei mercati nel breve termine. Abbiamo inoltre sviluppato un processo di risk overlay per la strategia Cross Asset Trend, che riduce progressivamente il budget di rischio, man mano che aumenta la sua correlazione ex-ante ai titoli azionari.

 

 Scopri di più: trend following and volatility premia 2018 review

Generare più valore tramite gli investimenti value.

Diversi anni consecutivi di sottoperformance hanno acceso un intenso dibattito circa il futuro degli investimenti “value” in titoli azionari. Dal momento che Value è il principale fattore azionario, questo dibattito getta un’ombra sull’investimento fattoriale in quanto disciplina. Ma non dobbiamo semplicemente aspettare la ripresa di questo fattore, perché potrebbe non arrivare a breve. Qualsiasi esperienza deludente deve essere un’opportunità per rivisitare la strategia, ed è ciò che abbiamo fatto.

In questo articolo, Let’s make Value great again, analizziamo ciò che sappiamo del fattore Value e proponiamo un semplice modo per migliorarne le performan.

 

 Scopri di più: Let’s make Value great again

 

Informazioni importanti

RISERVATO AGLI INVESTITORI PROFESSIONISTI
Il presente documento è stato pubblicato da Lombard Odier Funds (Europe) S.A., una società per azioni di diritto lussemburghese avente sede legale a 291, route d’Arlon, 1150 Lussemburgo, autorizzata e regolamentata dalla CSSF quale Società di gestione ai sensi della direttiva europea 2009/65/CE e successive modifiche e della direttiva europea 2011/61/UE  sui gestori di fondi di investimento alternativi (direttiva AIFM). Scopo della Società di gestione è la creazione, promozione, amministrazione, gestione e il marketing di OICVM lussemburghesi ed esteri, fondi d’investimento alternativi (“AIF”) e altri fondi regolamentati, strumenti di investimento collettivo e altri strumenti di investimento, nonché l’offerta di servizi di gestione di portafoglio e consulenza per gli investimenti.
Lombard Odier Investment Managers (“LOIM”) è un marchio commerciale.
Questo documento è fornito esclusivamente a scopo informativo e non costituisce un’offerta o una raccomandazione di acquisto o vendita di titoli o servizi. Il presente documento non è destinato a essere distribuito, pubblicato o utilizzato in qualunque giurisdizione in cui tale distribuzione, pubblicazione o utilizzo fossero illeciti. Il presente documento non contiene raccomandazioni o consigli personalizzati e non intende sostituire un'assistenza professionale in materia di investimenti in prodotti finanziari Prima di effettuare una transazione qualsiasi, l’investitore dovrebbe valutare attentamente se l’operazione è idonea alla propria situazione personale e, ove necessario, richiedere una consulenza professionale indipendente riguardo ai rischi e a eventuali conseguenze legali, normative, creditizie, fiscali e contabili. Il presente documento è proprietà di LOIM ed è rivolto al destinatario esclusivamente per uso personale. Il presente documento non può essere riprodotto (in tutto o in parte), trasmesso, modificato o utilizzato per altri fini senza la previa autorizzazione scritta di LOIM. Questo documento riporta le opinioni di LOIM alla data di pubblicazione.
Né il presente documento né copie di esso possono essere inviati, portati o distribuiti negli Stati Uniti d’America, nei loro territori e domini o in aree soggette alla loro giurisdizione, oppure a o a favore di US Person. A tale proposito, con l’espressione “US Person” s’intende un soggetto avente cittadinanza, nazionalità o residenza negli Stati Uniti d’America, una società di persone costituita o esistente in uno qualsiasi degli stati, dei territori, o dei domini degli Stati Uniti d’America, o una società di capitali disciplinata dalle leggi degli Stati Uniti o di un qualsiasi loro stato, territorio o dominio, o ogni patrimonio o trust il cui reddito sia soggetto alle imposte federali statunitensi, indipendentemente dal luogo di provenienza.
Fonte dei dati: se non indicato diversamente, i dati sono elaborati da LOIM.
Alcune informazioni sono state ottenute da fonti pubbliche ritenute attendibili, ma in assenza di una verifica indipendente non possiamo garantire la loro correttezza e completezza.
I giudizi e le opinioni qui espresse hanno esclusivamente scopo informativo e non costituiscono una raccomandazione di LOIM a comprare, vendere o conservare un titolo. I giudizi e le opinioni sono validi alla data della presentazione, possono essere soggetti a modifiche e non devono essere intesi come una consulenza di investimento.
Il presente documento non può essere (i) riprodotto, fotocopiato o duplicato, in alcuna forma o maniera, né (ii) distribuito a persone che non siano dipendenti, funzionari, amministratori o agenti autorizzati del destinatario, senza il previo consenso di Lombard Odier Funds (Europe) S.A. ©2020 Lombard Odier IM. Tutti i diritti riservati.